15/2/2019 – Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza

SeacInfo Amministrazione del personale
Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza
È stato pubblicato sul S.O. n. 6 alla Gazzetta Ufficiale n. 38 del 14 febbraio 2019, il Decreto Legislativo n. 14 del 12 gennaio 2019, contenente il Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza.Il codice disciplina le situazioni di crisi o insolvenza del debitore, sia esso consumatore o professionista, ovvero imprenditore che eserciti, anche non a fini di lucro, un’attività commerciale, artigiana o agricola, operando quale persona fisica, persona giuridica o altro ente collettivo, gruppo di imprese o società pubblica, con esclusione dello Stato e degli enti pubblici.

15/2/2019 – Artigiani e commercianti: aliquote IVS 2019

SeacInfo Fiscale
Artigiani e commercianti: aliquote IVS 2019
Con Circolare 13 febbraio 2019, n. 25, l’INPS ha fornito le annuali indicazioni per la contribuzione per il 2019 per gli artigiani e gli esercenti attività commerciali.Nello specifico, si prevede che:le aliquote per il finanziamento delle gestioni pensionistiche per il 2019 sono pari al 24 per cento per gli artigiani e al 24,09 per cento per i commercianti;per i coadiuvanti e coadiutori di età non superiore a 21 anni, le aliquote sono pari al 21,45 per cento (artigiani) e 21,54 per cento (commercianti);trova ancora applicazione la riduzione del 50 per cento dei contributi dovuti da artigiani e da commercianti con più di 65 anni, già pensionati presso le gestioni dell’Istituto;è dovuto il contributo per le prestazioni di maternità pari a euro 0,62 mensili.I redditi minimale e massimale di riferimento per il 2019 sono:reddito minimale: euro 15.878,00;reddito massimale: euro 78.572,00 (euro 102.543,00 per i soggetti privi di anzianità contributiva al 31 dicembre 1995).

15/2/2019 – Iva agevolata al 10% sugli interventi di risanamento conservativo

SeacInfo Fiscale
Iva agevolata al 10% sugli interventi di risanamento conservativo
Con Risposta 12 febbraio 2019, n. 49, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito all’aliquota IVA da applicare all’intervento di restauro di una ex caserma, al fine di adibirla a deposito librario.Nel caso di specie, l’istante evidenzia che nell’ambito dei lavori di restauro è prevista la fornitura di scaffalature, montate su basi mobili che scorrono su rotaie opportunamente integrate nel pavimento; tali forniture, una volta posate in opera, non possono essere rimosse se non attraverso successivi lavori di trasformazione tipologica dell’edificio.L’Agenzia ritiene che tali forniture fanno parte di un insieme sistematico di opere, potendosi quindi considerarsi ‘accessorie’ alla prestazione principale di restauro e di risanamento conservativo: pertanto anche sulla fornitura e posa in opera di dette scaffalature è possibile applicare l’aliquota IVA del 10% ai sensi della tabella A, parte terza, n. 127- quaterdecies), D.P.R. n. 633/1972.

14/2/2019 – Congedo di paternità per l’anno 2019: indicazioni INPS

SeacInfo Amministrazione del personale
Congedo di paternità per l’anno 2019: indicazioni INPS
L’INPS, con il Messaggio n. 591 del 13 febbraio 2019, precisa che, a seguito di quanto disposto dalla Legge di Bilancio 2019, il padre lavoratore dipendente ha diritto, per i figli nati nel 2019 ed entro 5 mesi dalla nascita, a:un congedo obbligatorio della durata di 5 giorni, da godersi anche non continuativamente;un congedo facoltativo della durata di 1 giorno, da fruire in accordo con la madre e in sostituzione di una corrispondente giornata di astensione obbligatoria spettante a quest’ultima.Per beneficiare del congedo sono tenuti a presentare domanda all’INPS solo i lavoratori per i quali il pagamento delle indennità è erogato direttamente dall’Istituto; nel caso in cui l’indennità sia anticipata dal datore di lavoro, i lavoratori devono comunicare in forma scritta al proprio datore di lavoro la fruizione del congedo, senza necessità di presentare domanda all’Istituto.

14/2/2019 – Niente risarcimento per l’incidente occorso al lavoratore per una sua condotta abnorme

SeacInfo Amministrazione del personale
Niente risarcimento per l’incidente occorso al lavoratore per una sua condotta abnorme
In materia di infortuni sul lavoro, la Corte di Cassazione ha stabilito che per l’incidente avvenuto in cantiere all’operaio non spetta alcun risarcimento da parte del datore di lavoro, nel caso in cui l’accaduto sia dovuto ad una condotta abnorme dello stesso lavoratore. Nel caso di specie, infatti, costituisce rischio elettivo del danneggiato la decisione di calarsi nella fossa in cui viene raccolto il materiale di risulta senza avvertire il gruista che sta operando nell’area. Con la Sentenza n. 4225 del 13 febbraio 2019 viene ribadito l’esonero del datore da qualsiasi responsabilità, nel caso in cui la condotta dell’infortunato è esorbitante ed inopinata tanto da costituire la causa unica del sinistro.

14/2/2019 – Precluse le ispezioni su medesime contestazioni, soprattutto se su aspetti già regolarizzati

SeacInfo Amministrazione del personale
Precluse le ispezioni su medesime contestazioni, soprattutto se su aspetti già regolarizzati
Con la Circolare n. 4 dell’11 febbraio 2019, l’Ispettorato Nazionale del Lavoro precisa l’ambito di operatività della preclusione ispettiva. L’ispezione reiterata non è ammessa su fatti già oggetto di accertamento, dai quali sia emersa la regolarità dell’azienda o una condotta illecita ma già regolarizzata.L’esclusione non opera invece in caso di accertamenti di violazioni compiute in materie diverse da quelle previdenziali e assicurative, oppure in merito a comportamenti omissivi denunciati o non regolarizzati. La preclusione si riverbera anche su documenti già esaminati.

14/2/2019 – La somministrazione fraudolenta: le indicazioni agli ispettori

SeacInfo Amministrazione del personale
La somministrazione fraudolenta: le indicazioni agli ispettori
Con la Circolare n. 3 dell’11 febbraio 2019, l’Ispettorato Nazionale del Lavoro fornisce alcuni chiarimenti in merito al neo-introdotto reato di somministrazione fraudolenta, specificandone i collegamenti con l’appalto illecito e con il distacco di personale non autentico. Infatti, l’appalto non genuino e il distacco elusivo costituiscono di per sé delle fattispecie di somministrazione fraudolenta, laddove si rinvenga l’intento di eludere norme di legge o di contratti collettivi. Pertanto, in tali ipotesi saranno previste anche le sanzioni applicabili al reato di somministrazione fraudolenta, se pur limitatamente alle condotte che abbiano avuto inizio o che si siano protratte dopo la reintroduzione della fattispecie criminosa.

14/2/2019 – Mini proroga del termine d’invio della comunicazione all’ENEA per gli interventi di recupero edilizio

SeacInfo Fiscale
Mini proroga del termine d’invio della comunicazione all’ENEA per gli interventi di recupero edilizio
Con una nota pubblicata sul sito internet www.enea.it, l’ENEA ha comunicato che è nuovamente disponibile il portale https://ristrutturazioni2018.enea.it per l’invio dei documenti relativi agli interventi di recupero edilizio che comportano un risparmio energetico e all’acquisto di elettrodomestici; tale comunicazione è stata introdotta dalla Legge di Bilancio 2018 al fine di fruire della detrazione del 50%.In particolare, l’Enea evidenzia che la scadenza per l’invio dei dati relativi ai lavori effettuati prima del 21 novembre 2018 viene prorogata di 2 giorni. Di conseguenza il termine ultimo d’invio slitta dal 19 al 21 febbraio 2019.

14/2/2019 – Proroga al 30 aprile 2019 per esterometro e spesometro

SeacInfo Fiscale
Proroga al 30 aprile 2019 per esterometro e spesometro
Come si apprende dalla stampa specializzata il sottosegretario all’Economia ha annunciato uno slittamento al 30 aprile 2019 di alcune scadenze previste per il 28 febbraio 2019.In particolare la proroga, che dovrà essere formalizzata con apposito Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, dovrebbe riguardare:la comunicazione dei dati fatture estere di gennaio (esterometro) non transitate dallo SdI;la comunicazione dei dati fatture (spesometro).Rimane fissata, invece, al 28 febbraio 2019 la scadenza per la comunicazione dei dati della liquidazione periodica IVA relativa al quarto trimestre 2018.

13/2/2019 – Prestazioni garantite dal Fondo di solidarietà dell’artigianato (FSBA): nuovi accordi interconfederali

SeacInfo Amministrazione del personale
Prestazioni garantite dal Fondo di solidarietà dell’artigianato (FSBA): nuovi accordi interconfederali
Confartigianato, CNA, Casartigiani e CLAAI con CIGL, CISL e UIL hanno sottoscritto due Accordi interconfederali, rispettivamente in data 17 dicembre 2018 e 4 febbraio 2019, tesi al miglioramento delle prestazioni di sostegno al reddito garantite dal Fondo di solidarietà bilaterale alternativo dell’artigianato (FSBA).In particolare, viene stabilito che, in via sperimentale, a partire dal 1° gennaio 2019 e fino al 31 dicembre 2019:possono essere sottoscritti accordi sindacali per la concessione di trattamenti di integrazione salariale di assegno ordinario fino ad un massimo di 20 settimane (100 giornate di effettivo utilizzo per orario di lavoro settimanale distribuito su 5 giorni e 120 giornate di effettivo utilizzo per orario di lavoro settimanale distribuito su sei giorni) comprensive di eventuali periodi residui e fermo restando il meccanismo del biennio mobile (Accordo del 17 dicembre 2018);l’ammontare sia dell’assegno ordinario che dell’assegno straordinario (pari all’80% della retribuzione per le ore non prestate) venga calcolato sul massimale più elevato previsto dall’INPS (pari per il 2019 ad euro 1.193,75). La regolarità contributiva utile ai fini dell’erogazione delle prestazioni è fissata in 36 mesi consecutivi dal momento dell’iscrizione (Accordo del 4 febbraio 2019).