3/7/2020 – Maggiorazione di IRAP ed addizionale IRPEF in Calabria e in Molise

SeacInfo Fiscale
Maggiorazione di IRAP ed addizionale IRPEF in Calabria e in Molise
Con Comunicato stampa 1° luglio 2020, l’Agenzia delle Entrate ha comunicato le istruzioni per la maggiorazione IRAP e addizionale IRPEF in Calabria e in Molise.Infatti, poiché per l’anno 2019 Calabria e Molise non hanno raggiunto gli obiettivi previsti nei rispettivi piani di risanamento del settore sanitario, per il periodo di imposta 2020 a queste due Regioni sarà applicata la maggiorazione:dell’aliquota IRAP nella misura dello 0,15%;dell’addizionale regionale all’IRPEF nella misura dello 0,30%.Secondo l’Agenzia, quindi, la maggiorazione IRAP avrà effetto sull’acconto 2020, determinato (se dovuto):con metodo storico, assumendo quale imposta del periodo precedente quella determinata applicando l’aliquota 2019 già comprensiva della maggiorazione;con metodo previsionale, assumendo come imposta di riferimento quella determinata applicando al valore della produzione previsto l’aliquota d’imposta maggiorata.L’addizionale regionale IRPEF produce invece effetti nell’anno 2021 ad eccezione dei casi di cessazione di rapporto di lavoro dipendente nel corso del 2020.

3/7/2020 – Cassa integrazione in deroga: le indicazioni del Ministero del Lavoro

SeacInfo Amministrazione del personale
Cassa integrazione in deroga: le indicazioni del Ministero del Lavoro
Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, a seguito del Decreto n. 9 del 20 giugno 2020 emanato in concerto con il Ministero dell’Economia e delle finanze, fornisce con la Circolare n. 11 del 1° luglio 2020, indicazioni in merito alle istanze e all’accesso al trattamento di Cassa integrazione in deroga.In particolare, la Circolare tratta dei seguenti aspetti:l’ambito di applicazione;la durata massima del trattamento;i tempi e modalità per la presentazione delle domande;l’Amministrazione competente a ricevere le istanze e termini di presentazione delle stesse;i datori di lavoro con unità produttive nelle province autonome di Trento e Bolzano o nei Comuni della cd. ‘zona rossa’;i lavoratori beneficiari dei trattamenti;la concessione ed erogazione dei trattamenti.

3/7/2020 – Legittimo il licenziamento del lavoratore in seguito a una lite con il superiore

SeacInfo Amministrazione del personale
Legittimo il licenziamento del lavoratore in seguito a una lite con il superiore
La Corte di Cassazione, con la Sentenza n. 13411 del 1° luglio 2020, ha ritenuto legittimo il licenziamento di un lavoratore in seguito ad uno scontro verbale con il superiore, in quanto idoneo a rompere il vincolo fiduciario necessario per la prosecuzione del rapporto di lavoro.Gli ermellini hanno, infatti, chiarito che nonostante il diverbio si fosse verificato fuori dell’orario di lavoro, lo stesso era comunque riferibile a rapporti infraziendali, ed inoltre era emersa l’intenzionalità del lavoratore di avviare lo scontro verbale allo scopo di acquisire prove di una condotta scorretta del superiore.

3/7/2020 – Emergenza COVID-19: limitazioni agli spostamenti da e per l’estero prorogate fino al 14 luglio

SeacInfo Amministrazione del personale
Emergenza COVID-19: limitazioni agli spostamenti da e per l’estero prorogate fino al 14 luglio
È stata pubblicata, sulla Gazzetta Ufficiale n. 165 del 2 luglio 2020, l’Ordinanza del 30 giugno 2020 del Ministero della Salute, recante ‘Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19′.In particolare l’Ordinanza proroga fino al 14 luglio 2020 le limitazioni agli spostamenti da e per l’estero, disposte con il DPCM dell’11 giugno 2020 e consente gli spostamenti per comprovate ragioni di studio;elenca gli spostamenti in ogni caso consentiti dal 1° al 14 luglio 2020.La citata Ordinanza produce effetti dalla data di adozione della stessa.

2/7/2020 – Trasmissione telematica dei corrispettivi e lotteria degli scontrini: modifica ai Provvedimenti a seguito della proroga introdotta dal Decreto Rilancio

SeacInfo Fiscale
Trasmissione telematica dei corrispettivi e lotteria degli scontrini: modifica ai Provvedimenti a seguito della proroga introdotta dal Decreto Rilancio
Con Provvedimento 30 giugno 2020 l’Agenzia delle Entrate ha apportato delle modifiche al Provvedimento del 28 ottobre 2016 in tema di memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri ed al Provvedimento 18 aprile 2019 in materia di lotteria degli scontrini, adeguando i nuovi termini di decorrenza.In particolare, per quanto riguarda l’obbligo di memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri, sono state aggiornate le date di decorrenza di tale obbligo, indicate nel Provvedimento 28 ottobre 2016. Come noto, infatti, il Decreto Rilancio, considerate le difficoltà conseguenti alla situazione emergenziale da Covid19, ha spostato dal 1° luglio 2020 al 1° gennaio 2021, i termini entro il quale gli esercenti al dettaglio e attività assimilate dovranno adeguarsi all’obbligo di memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi.Inoltre, sono state approvate le specifiche tecniche dell’RT- Versione 10; è stato aggiornato l’allegato denominato ‘Allegato – Tipi di Dati per i Corrispettivi versione 7.0 – giugno 2020’; ed è stato modificato l’allegato del Layout del Documento Commerciale, con l’obiettivo di assicurare una leggibilità semplificata e l’ottimizzazione del contenuto al fine di ridurre il consumo di carta nel caso di stampa analogica del documento.Per quanto riguarda invece la lotteria degli scontrini è stata aggiornata la data di entrata in vigore della lotteria, prorogata, dal Decreto Rilancio, al 1° gennaio 2021.Inoltre è stato modificato l’allegato tecnico denominato ‘Allegato – Tipi Dati Documento Commerciale ai fini Lotteria (v2)’ ai fini di classificare alcune altre modalità di pagamento come ‘Non Riscosso’.

2/7/2020 – Crediti di imposta per locazioni, definite le modalità operative per la cessione

SeacInfo Fiscale
Crediti di imposta per locazioni, definite le modalità operative per la cessione
Con Provvedimento 1° luglio 2020, prot. n. 250739/2020, l’Agenzia delle Entrate, in attuazione dell’articolo 122, comma 2, lettere a) e b), D.L. 19 maggio 2020, n. 34, ha definito le modalità operative per la cessione dei crediti d’imposta spettanti sui canoni di locazione dovuti per: botteghe e negozi, ai sensi dell’articolo 65, D.L. 17 marzo 2020, n. 18; immobili a uso non abitativo e affitto d’azienda, di cui all’articolo 28, D.L. 19 maggio 2020, n. 34.I soggetti interessati, in particolare, dal prossimo 13 luglio e fino al 31 dicembre 2021, dovranno comunicare l’opzione della cessione del credito mediante il nuovo modello che andrà inviato tramite la funzionalità resa disponibile nell’area autenticata del sito dell’Agenzia delle Entrate. L’Agenzia delle Entrate evidenzia inoltre che ‘…un successivo provvedimento fornirà le istruzioni per le altre due tipologie di crediti per cui il Dl Rilancio ha previsto la possibilità di cessione, ovvero i crediti per l’adeguamento degli ambienti di lavoro e il credito per la sanificazione e l’acquisto dei dispositivi di protezione (DPI)’.

2/7/2020 – Reddito di cittadinanza: decurtazione mensile e semestrale in caso di mancata spesa del beneficio

SeacInfo Amministrazione del personale
Reddito di cittadinanza: decurtazione mensile e semestrale in caso di mancata spesa del beneficio
È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 163 del 30 giugno 2020, il DM 2 marzo 2020 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, recante ‘Tempistiche per la fruizione del beneficio economico spettante ai nuclei beneficiari del reddito di cittadinanza’.In particolare, nel suddetto decreto sono illustrate le modalità di decurtazione effettuate al Reddito di cittadinanza, ad eccezione degli arretrati e nel limite massimo del 20% del beneficio erogato, qualora il beneficio economico non sia stato interamente speso o prelevato dai beneficiari della Carta Rdc.È altresì disciplinata la decurtazione semestrale per quanto non speso o non prelevato nel semestre (fatta salva una mensilità).

2/7/2020 – Locazione commerciale e opzione per la cedolare secca in annualità successive: Interpello

SeacInfo Fiscale
Locazione commerciale e opzione per la cedolare secca in annualità successive: Interpello
Con Risposta ad Interpello 1° luglio 2020, n. 198 l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alle modalità di esercizio dell’opzione per la cedolare secca in caso di contratto di locazione di un immobile ad uso non abitativo stipulato nel gennaio 2019 e sottoposto a tassazione ordinaria in sede di registrazione.Il comma 59, art. 1, L. n. 145/2018 ha ampliato la portata applicativa della cedolare secca prevedendo che il canone di locazione relativo a contratti stipulati nel 2019, che hanno per oggetto unità immobiliari:di categoria catastale C/1 (Negozi e botteghe);di superficie fino a 600 mq, escluse pertinenze e relative pertinenze locate congiuntamente;può essere assoggettato al regime della cedolare secca ex art. 3, D.Lgs. n. 23/2001, con aliquota del 21%, in alternativa al regime ordinario.L’Agenzia ritiene che l’opzione per il regime della cedolare secca, nel rispetto delle condizioni previste dall’art. 1, comma 59, L. n. 145/2018, può essere effettuata anche con riferimento alle annualità successive alla prima, presentando il relativo modello RLI entro 30 giorni dalla scadenza di ciascuna annualità.

1/7/2020 – INAIL: disponibile dal 1° luglio 2020 il nuovo servizio ‘Sorveglianza sanitaria eccezionale’

SeacInfo Amministrazione del personale
INAIL: disponibile dal 1° luglio 2020 il nuovo servizio ‘Sorveglianza sanitaria eccezionale’
Con un Comunicato pubblicato sul proprio portale istituzionale in data 30 giugno 2020, l’INAIL ha reso noto che, a partire dal 1° luglio 2020, è disponibile il nuovo servizio ‘Sorveglianza Sanitaria Eccezionale’ con il quale i datori di lavoro ed i loro delegati possono trasmettere telematicamente alla struttura territoriale INAIL competente, la richiesta di visita medica per sorveglianza sanitaria eccezionale dei lavoratori maggiormente a rischio di contagio da COVID-19.Per accedere al suddetto nuovo applicativo, i datori di lavoro dovranno utilizzare le credenziali INAIL per i servizi online. Agli utenti non registrati è, invece, consentito l’accesso mediante le credenziali SPID, CNS o con Pin INPS oppure registrandosi sul portale istituzionale dell’Istituto.

1/7/2020 – Fondo ENFEA: domande per prestazioni COVID-19 prorogate fino al 10 settembre

SeacInfo Amministrazione del personale
Fondo ENFEA: domande per prestazioni COVID-19 prorogate fino al 10 settembre
Il Fondo ENFEA, per le imprese che applicano i CCNL UNIGEC/UNIMATICA, UNIONCHIMICA, UNITAL, CONFAPI ANIEM, UNIONTESSILE e UNIONALIMENTARI sottoscritti con le Federazioni aderenti a CGIL, CISL e UIL, rende noto che, con Delibera Presidenziale ENFEA del 28 maggio 2020, si è convenuta la prosecuzione della sospensione del versamento della quota di adesione al Fondo tramite Modello F24/Uniemens. È stata inoltre, stabilita la proroga al 30 giugno 2020 delle prestazioni straordinarie COVID-19 previste dal Regolamento del Fondo (inizialmente riferite al periodo 23 febbraio – 3 maggio 2020).Si sottolinea che il termine ultimo per la presentazione di tali domande di contributo è fissato al 10 settembre 2020.