5/12/2019 – Locazioni brevi, la Camera di Commercio di Milano pubblica un contratto tipo

SeacInfo Fiscale
Locazioni brevi, la Camera di Commercio di Milano pubblica un contratto tipo
La Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi ha pubblicato uno schema contrattuale (disponibile sul proprio sito web) utilizzabile per disciplinare i rapporti tra privati che locano il loro immobile o parte di esso per un breve periodo (non superiore a 30 giorni) a scopo turistico.Il contratto tipo è accompagnato da diverse Linee Guida, che esplicitano alcuni aspetti tecnici e suggeriscono eventuali personalizzazioni del testo dell’accordo, in base a specifiche necessità.

5/12/2019 – Reddito e pensione di cittadinanza: indicazioni operative INPS per le domande dei cittadini extra UE

SeacInfo Amministrazione del personale
Reddito e pensione di cittadinanza: indicazioni operative INPS per le domande dei cittadini extra UE
In materia di reddito e pensione di cittadinanza, l’INPS ha fornito indicazioni procedurali per le domande presentate dai cittadini extra UE, precisando che costoro, ai fini dell’accoglimento della domanda, devono integrarla con la certificazione dell’autorità estera attestante i requisiti reddituali e patrimoniali e di composizione del nucleo familiare.Con il Messaggio n. 4516 del 3 dicembre 2019, l’Istituto ha precisato che tali domande sono contraddistinte dallo stato ‘in evidenza alla sede’ e che i richiedenti riceveranno un sms/e-mail di invito a presentare la certificazione integrativa, da prodursi recandosi di persona presso la struttura INPS territorialmente competente o con invio alla stessa tramite PEC.

5/12/2019 – Ritorsivo il licenziamento del dirigente se il motivo illecito addotto è determinante ed esclusivo

SeacInfo Amministrazione del personale
Ritorsivo il licenziamento del dirigente se il motivo illecito addotto è determinante ed esclusivo
Il licenziamento è nullo perché ritorsivo, con conseguente reintegra e tutela indennitaria (art. 18, Legge n. 300/1970), se il motivo illecito addotto è determinante ed esclusivo, ovvero è l’unica effettiva ragione alla base del recesso e non concorre alcun motivo lecito. Grava sul lavoratore la prova della natura ritorsiva del provvedimento espulsivo.È quanto ha chiarito la Corte di Cassazione con la Sentenza n. 31526 del 3 dicembre 2019, nella quale afferma che il licenziamento di un dirigente è legittimo qualora sussista l’esigenza, economicamente apprezzabile in termini di risparmio e di libertà di iniziativa economica, della soppressione della figura dirigenziale, alla luce di una riorganizzazione aziendale che non deve essere né discriminatoria né in contrasto con la buona fede.

5/12/2019 – Malattia e degenza ospedaliera: ampliate tutele previdenziali in favore degli iscritti alla Gestione separata

SeacInfo Amministrazione del personale
Malattia e degenza ospedaliera: ampliate tutele previdenziali in favore degli iscritti alla Gestione separata
Con Messaggio n. 4529 del 4 dicembre 2019, l’INPS ha fornito le prime istruzioni operative in merito all’ampliamento delle tutele previdenziali per malattia e degenza ospedaliera in favore dei lavoratori iscritti alla Gestione separata.L’Istituto precisa che, in caso di domande di malattia, di certificato medico trasmesso in assenza di domanda o di degenza ospedaliera, presentate per eventi e degenze con inizio a partire dal 5 settembre 2019, le Strutture territoriali competenti dovranno necessariamente fare una previa verifica dei requisiti contributivi e reddituali del lavoratore assicurato. Viene ribadito che per gli eventi e degenze iniziati prima del 5 settembre 2019, anche se ancora in corso a tale data, continua a trovare applicazione la previgente normativa.

5/12/2019 – Nuovi soggetti sanitari tenuti all’invio dei dati al STS ai fini della dichiarazione precompilata

SeacInfo Fiscale
Nuovi soggetti sanitari tenuti all’invio dei dati al STS ai fini della dichiarazione precompilata
Con Decreto 22 novembre 2019, pubblicato in G.U. 4 dicembre 2019, n. 284, sono stati individuati ulteriori soggetti tenuti alla trasmissione al Sistema tessera sanitaria dei dati relativi alle spese sanitarie sostenute dalle persone fisiche a partire dal 1° gennaio 2019, ai fini dell’elaborazione della dichiarazione dei redditi precompilata.Il Decreto individua 19 soggetti iscritti agli albi delle professioni sanitarie tecniche e riabilitative tra cui, a titolo esemplificativo, le figure di:dietista;fisioterapista;podologo;logopedista;biologo;igienista dentale;terapista della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva.Entro il 3 gennaio 2020 la Federazione nazionale degli ordini dei tecnici sanitari, di radiologia medica e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione, oltre all’Ordine dei biologi, devono rendere disponibili al Sistema tessera sanitaria gli elenchi dei soggetti tenuti all’invio dei dati.Riguardo la trasmissione dei dati (scadenza, modalità tecniche, conservazione, ecc..) e relativa consultazione da parte del cittadino, si applicano le modalità già previste dai Decreti 31 luglio 2015 e 27 aprile 2018; ne consegue che l’invio al Sistema tessera sanitaria dovrà avvenire entro il 31 gennaio 2020.

4/12/2019 – Versamento della tassa automobilistica attraverso il servizio telematico cumulativo: Provvedimento

SeacInfo Fiscale
Versamento della tassa automobilistica attraverso il servizio telematico cumulativo: Provvedimento
Con Provvedimento 3 dicembre 2019, l’Agenzia delle Entrate ha approvato le modalità di pagamento telematico cumulativo della tassa automobilistica erariale con addebito diretto in conto corrente bancario o postale per le imprese concedenti i veicoli in locazione finanziaria e per le aziende con flotte di auto e camion.In particolare, il pagamento in via telematica della tassa in oggetto sarà possibile dal prossimo 9 gennaio 2020 per i soggetti:abilitati ai servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate (con partita IVA attiva al momento dell’accesso); proprietari, usufruttuari, acquirenti con patto di riservato dominio o utilizzatori a titoli di locazione finanziaria, di veicoli di competenza delle Regioni Friuli Venezia Giulia e Sardegna, la cui tassa automobilistica è gestita dall’Agenzia delle entrate.I soggetti interessati dovranno accedere ai servizi telematici nell’area autenticata ed utilizzare la nuova funzionalità online ‘Pagamento cumulativo tassa automobilistica’, dove dovranno inserire i dati dei veicoli per cui si intende versare le somme dovute. Il versamento sarà effettuato con addebito su conto intestato all’utente aperto presso un intermediario della riscossione convenzionato con l’Agenzia delle Entrate.Tale modalità di pagamento sarà concessa anche per il versamento delle tasse automobilistiche con scadenza antecedente il 9 gennaio 2020 (data di attivazione del servizio).

4/12/2019 – Assegno ordinario di invalidità e indennità NASpI: le indicazioni dell’INPS

SeacInfo Amministrazione del personale
Assegno ordinario di invalidità e indennità NASpI: le indicazioni dell’INPS
Con Messaggio n. 4477 del 2 dicembre 2019, l’INPS fornisce chiarimenti a riguardo della fattispecie dei titolari di assegno ordinario di invalidità (AOI) sospeso a causa dell’opzione in favore dell’indennità NASpI.In particolare, le indicazioni dell’Istituto concernono la possibilità di ripristinare il pagamento del suddetto assegno qualora l’indennità NASpI venga sospesa per periodi di lavoro subordinato che non superino i 6 mesi o sia erogata in forma anticipata.

4/12/2019 – Sì al licenziamento del dipendente recidivo che dimostri insofferenza verso il potere datoriale

SeacInfo Amministrazione del personale
Sì al licenziamento del dipendente recidivo che dimostri insofferenza verso il potere datoriale
La Corte di Cassazione ha confermato la legittimità del licenziamento per giusta causa del lavoratore del pastificio già soggetto a due precedenti sospensioni disciplinari.Con la Sentenza n. 31396 del 2 dicembre 2019, la Suprema Corte ha chiarito che il datore può legittimamente recedere se nei due anni precedenti l’addebito al dipendente siano state rilevate due sospensioni disciplinari dello stesso, come previsto dal CCNL nazionale, in quanto la recidiva dimostra l’insofferenza del lavoratore nei confronti del potere organizzativo del datore.

4/12/2019 – Solo risarcimento e non reintegra per il dipendente disobbediente

SeacInfo Amministrazione del personale
Solo risarcimento e non reintegra per il dipendente disobbediente
La Corte di Cassazione ha statuito che il dipendente che si è rifiutato di eseguire l’ordine di un superiore ha diritto alla sola tutela indennitaria e non anche alla reintegra nel posto di lavoro, sebbene il licenziamento risulti sproporzionato.Con la Sentenza n. 31529 del 3 dicembre 2019, la Suprema Corte ha sottolineato che la condotta addebitata al lavoratore non è attribuibile alla mera ‘trascuranza’ nell’adempimento degli obblighi contrattuali, rientrante invece tra le ipotesi per cui il CCNL prevede una sanzione conservativa.

4/12/2019 – Reintegrato il lavoratore che non accetta il taglio dello stipendio malgrado la crisi dell’azienda

SeacInfo Amministrazione del personale
Reintegrato il lavoratore che non accetta il taglio dello stipendio malgrado la crisi dell’azienda
È nullo perché ritorsivo il licenziamento del lavoratore che, nonostante la crisi dell’azienda, rifiuta di firmare il rinnovo dell’accordo che prevede la riduzione dello stipendio. Scatta la reintegra. È quanto ha statuito la Corte di Cassazione con la Sentenza n. 31527 del 3 dicembre 2019, secondo la quale la vendetta del datore di lavoro è provata tramite presunzioni, in quanto il provvedimento espulsivo è adottato il giorno dopo al rifiuto.