15/5/2018 – Pronto un emendamento per la proroga dell’utilizzo della scheda carburante

SeacInfo Fiscale
Pronto un emendamento per la proroga dell’utilizzo della scheda carburante
Nei prossimi giorni dovrebbe essere presentato, in Commissione speciale a Palazzo Madama, un emendamento che possa permettere un debutto ‘più soft’ per gli acquisti di carburanti, per i quali, a partire dal 1° luglio è previsto l’obbligo della fatturazione elettronica.La bozza dell’emendamento prevede, infatti, la possibilità di mantenere, per chi lo vorrà, l’utilizzo della scheda carburanti fino al 31 dicembre 2018, senza incorrere in sanzioni. Ovviamente, professionisti e imprese, se lo vorranno, potranno utilizzare il nuovo sistema di fatturazione elettronica. Nell’emendamento non sarebbe prevista alcuna deroga, invece, per le prestazioni rese da subappaltatori e subcontraenti nei rapporti con le pubbliche amministrazioni, per le quali rimarrebbe l’obbligo della fatturazione elettronica dal 1° luglio 2018.

15/5/2018 – Imposta comunale sulla pubblicità: illegittimo l’aumento a partire dall’anno d’imposta 2013

SeacInfo Fiscale
Imposta comunale sulla pubblicità: illegittimo l’aumento a partire dall’anno d’imposta 2013
Con Risoluzione 14 maggio 2018, n. 2, il Dipartimento delle Finanze ha fornito chiarimenti in merito agli effetti dell’intervenuta abrogazione, disposta dall’art. 23, comma 7, D.L. n. 83/2012, della facoltà dei comuni di aumentare le tariffe dell’imposta comunale sulla pubblicità.In particolare, il documento di prassi, alla luce della sentenza della Corte Costituzionale n. 15/2018, ha chiarito che una delibera comunale esplicita approvativa o confermativa delle maggiorazioni in questione:adottata entro il 26 giugno 2012, data di entrata in vigore della disposizione abrogatrice, legittima la richiesta di pagamento delle stesse da parte dell’ente locale;emessa in data successiva a tale data, non può che ritenersi illegittima. In tal caso infatti la delibera interveniva in un momento in cui era già venuta meno, a seguito dell’intervento abrogativo, la norma di cui all’art. 11, comma 10, Legge n. 449/1997 attributiva del potere di disporre gli aumenti tariffari.Le stesse considerazioni devono estendersi anche al caso di proroga tacita delle tariffe, posto che per l’anno 2012 il termine ultimo di approvazione del bilancio di previsione era stato prorogato al 31 ottobre 2012; per cui solo se il bilancio fosse stato approvato entro il 26 giugno 2012, il comune poteva legittimamente richiedere il pagamento delle maggiorazioni.Pertanto, la Risoluzione in esame precisa che a partire dall’anno di imposta 2013 i comuni non erano più legittimati a introdurre o confermare, anche tacitamente, le maggiorazioni in questione.

14/5/2018 – Lavoro autonomo: sospensione contributiva per malattia o infortunio grave

SeacInfo Amministrazione del personale
Lavoro autonomo: sospensione contributiva per malattia o infortunio grave
L’INPS, con la Circolare n. 69 dell’11 maggio 2018, interviene in merito alle previsioni della Legge n. 81/2017 (integrative del concetto di collaborazione coordinata e continuativa di cui all’art. 52, comma 2 del D.Lgs n. 81/2015) sulle tutele per il lavoro autonomo non imprenditoriale. Oltre a ribadire l’ambito applicativo del c.d. Jobs Act autonomi, l’Istituto fornisce le indicazioni relative alla possibilità della sospensione dei versamenti contributivi nel caso di malattia o infortunio grave, tale da impedire lo svolgimento dell’attività lavorativa per oltre sessanta giorni. La sospensione opera per l’intera durata della malattia o dell’infortunio fino ad un massimo di due anni e al termine della stessa il lavoratore deve versare i contributi e i premi maturati durante il periodo sospensivo in un numero di rate mensili pari a tre volte i mesi di sospensione.

14/5/2018 – L’indennità di volo pesa per intero nella base di calcolo per la maternità da versare alla dipendente

SeacInfo Amministrazione del personale
L’indennità di volo pesa per intero nella base di calcolo per la maternità da versare alla dipendente
Con la Sentenza n. 11414 dell’11 maggio 2018 la Corte di Cassazione, respingendo il ricorso presentato dall’INAIL, ha stabilito che l’indennità di volo pesa per intero sulla determinazione della base di calcolo dell’indennità di maternità dovuta alla lavoratrice.Si legge nella sentenza che ‘la misura dell’indennità di maternità va determinata in relazione alla retribuzione media globale giornaliera percepita restando, invece, esclusa la possibilità di computarla facendo applicazione del sistema di calcolo stabilito per una indennità intrinsecamente diversa quale quella di malattia’.

14/5/2018 – Uniemens: compilazione della ListaPosPA

SeacInfo Amministrazione del personale
Uniemens: compilazione della ListaPosPA
L’INPS, con il Messaggio n. 1974 dell’11 maggio 2018, fornisce chiarimenti, a seguito di alcune richieste pervenute sia dalle Strutture dell’Istituto sia dalle Amministrazioni, dagli Enti e dalle Aziende con lavoratori iscritti alla Gestione pubblica, in merito alla compilazione della denuncia mensile ListaPosPA nei seguenti casi particolari:erogazione di emolumenti di natura fissa e continuativa in periodi nei quali il dipendente si trova in uno stato di servizio non utile ai fini previdenziali (gestioni ex INADEL e ex ENPAS);erogazione della tredicesima mensilità al dipendente che nel corso dell’anno ha modificato il regime di fine servizio, passando da TFS a TFR;cessazione dell’attività lavorativa dopo un periodo di sospensione senza rientro in servizio;congedo obbligatorio di maternità entro 60 giorni dalla fine del rapporto di lavoro con indennità a carico dell’ultimo datore di lavoro;indennità sostitutiva del mancato preavviso utile (e non), ai fini dell’anzianità contributiva.

14/5/2018 – Dipendente non può rifiutare di eseguire la prestazione solo perché il trasferimento è illegittimo

SeacInfo Amministrazione del personale
Dipendente non può rifiutare di eseguire la prestazione solo perché il trasferimento è illegittimo
Con la Sentenza n. 11408 dell’11 maggio 2018 la Corte di Cassazione, accogliendo il ricorso di un’azienda, ha stabilito che quando il trasferimento del lavoratore presso un’altra sede è adottato in violazione dell’art. 2103 c.c., l’inadempimento del datore di lavoro non legittima il rifiuto del lavoratore a eseguire la prestazione lavorativa, vertendosi nell’ambito di contratto a prestazioni corrispettive.

14/5/2018 – Assegno al nucleo familiare: limiti di reddito dal 1° luglio 2018

SeacInfo Amministrazione del personale
Assegno al nucleo familiare: limiti di reddito dal 1° luglio 2018
L’INPS, con la Circolare n. 68 dell’11 maggio 2018, fornisce i livelli di reddito familiare (ed i corrispondenti importi mensili) per il pagamento dell’assegno per il nucleo familiare, validi dal 1° luglio 2018 al 30 giugno 2019.I livelli di reddito sono stati rivalutati tenendo conto della variazione percentuale dell’indice dei prezzi al consumo tra l’anno 2016 e l’anno 2017, risultata pari all’1,1%.

14/5/2018 – Repechage non dovuto se il dipendente non ha le competenze per occupare le posizioni libere

SeacInfo Amministrazione del personale
Repechage non dovuto se il dipendente non ha le competenze per occupare le posizioni libere
In materia di licenziamento, la Corte di Cassazione ha ritenuto insussistente l’obbligo di repêchage, nel caso in cui le uniche posizioni libere in azienda richiedano competenze tecnologiche diverse rispetto a quelle in possesso del lavoratore alla luce dell’esperienza acquisita.Con la Sentenza n. 11413 dell’11 maggio 2018, i giudici della Corte Suprema, confermando l’orientamento della Corte d’Appello, hanno rigettato il ricorso del lavoratore licenziato per giustificato motivo oggettivo in quanto, da un lato, l’azienda non deve necessariamente provare le difficoltà economiche per giustificare la riorganizzazione aziendale che ha portato alla soppressione del posto e al conseguente licenziamento del lavoratore e, dall’altro, la stessa in fase processuale ha esaurientemente provato l’impossibilità di repechage, anche per posizioni inferiori, in quanto la professionalità del soggetto era incompatibile con le diverse tecnologie necessarie per occupare le posizioni libere.

14/5/2018 – Comunicazione lavoro intermittente: ripristinata la PEC

SeacInfo Amministrazione del personale
Comunicazione lavoro intermittente: ripristinata la PEC
L’Ispettorato Nazionale del Lavoro, con un Comunicato dell’11 maggio 2018, informa il ripristino del canale PEC per l’invio delle comunicazioni preventive per l’attivazione delle prestazioni di lavoro intermittente, fuori uso dal 7 maggio scorso.I committenti che intenderanno effettuare la comunicazione preventiva per i lavoratori intermittenti, pertanto, potranno servirsi di tutti i canali a disposizione, cioè:l’indirizzo PEC intermittenti@pec.lavoro.it, inviando il modulo UNI Intermittente;il servizio informatico sul sito dell’INPS;l’app ‘Lavoro intermittente’;l’SMS (limitatamente alle comunicazioni entro le 12 ore dalla comunicazione).

14/5/2018 – Detrazione IVA per le spese di ristrutturazione su immobili di proprietà di terzi: Ordinanza

SeacInfo Fiscale
Detrazione IVA per le spese di ristrutturazione su immobili di proprietà di terzi: Ordinanza
Con Ordinanza 11 maggio 2018 la Corte di Cassazione ha sancito che ha diritto alla detrazione IVA, per le spese di ristrutturazione o manutenzione, la società che detiene in locazione un immobile ma che risulta di proprietà di terzi.In particolare la Cassazione evidenzia che il diritto alla detrazione IVA spetta purchè vi sia un nesso di strumentalità con l’attività di impresa o professionale, anche se quest’ultima sia solo potenziale o di prospettiva. Viene, infatti, precisato che la detrazione spetta anche se, per ragioni estranee al contribuente, l’attività non sia stata poi, effettivamente, esercitata.