31/7/2020 – Non c’è danno biologico se l’indagine ispettiva è giustificata dal valore economico dell’operazione

SeacInfo Amministrazione del personale
Non c’è danno biologico se l’indagine ispettiva è giustificata dal valore economico dell’operazione
Il lavoratore che è stato sottoposto ad un normale interrogatorio interno non può chiedere il danno biologico anche quando le accuse sono infondate.È quanto statuito dalla Corte di Cassazione, con la Sentenza n. 16250 del 29 luglio 2020, che nel respingere il ricorso del dipendente ha chiarito che l’indagine ispettiva era giustificata dal valore economico dell’operazione oggetto di accusa. È invece illegittimo il licenziamento del dipendente per giusta causa quando costui era solo formalmente inquadrato come dirigente, poiché nei fatti anch’egli era soggetto alle garanzie procedimentali previste dallo Statuto dei lavoratori.

Articoli Correlati