21/2/2018 – Non è sanzionabile l’imprenditore che in crisi paga gli stipendi e non versa le ritenute: Sentenza

SeacInfo Fiscale
Non è sanzionabile l’imprenditore che in crisi paga gli stipendi e non versa le ritenute: Sentenza
Con Sentenza 12 febbraio 2018, n. 6737 la Corte di Cassazione ha dichiarato non punibile il mancato pagamento di ritenute o di imposte, qualora l’imprenditore, a fronte di una crisi aziendale ed alla mancanza di liquidità, abbia scelto di pagare prima i dipendenti ai fini del loro sostentamento e di quello delle loro famiglie.Secondo la suprema Corte, in questo caso potrebbe non sussistere l’elemento soggettivo del reato, quale il dolo.La Corte di Cassazione, infatti, ha accolto il ricorso di un’imprenditrice la quale, diventata amministratrice, aveva trovato la società in crisi di liquidità ed aveva deciso di pagare gli stipendi ad oltre 200 lavoratori, omettendo di versare le ritenute fiscali.

21/2/2018 – Stop al contributo di solidarietà per gli iscritti alle gestioni previdenziali confluite nel FPLD e del Fondo di previdenza per il personale di volo

SeacInfo Amministrazione del personale
Stop al contributo di solidarietà per gli iscritti alle gestioni previdenziali confluite nel FPLD e del Fondo di previdenza per il personale di volo
L’INPS, con il Messaggio n. 772 del 20 febbraio 2018, rende noto che, dal 1° gennaio 2018, non è più dovuto il contributo di solidarietà a carico degli iscritti alle gestioni previdenziali confluite nel Fondo pensioni lavoratori dipendenti e al Fondo di previdenza per il personale di volo dipendente da aziende di navigazione aerea.Pertanto, i datori di lavoro, che abbiano alle proprie dipendenze personale già soggetto al suddetto contributo di solidarietà (0,5%), non sono più tenuti a versare il predetto contributo a decorrere dalle denunce di competenza del mese di gennaio 2018.

21/2/2018 – Sgravio pesca costiera e nelle acque interne: indicazioni INPS

SeacInfo Amministrazione del personale
Sgravio pesca costiera e nelle acque interne: indicazioni INPS
L’INPS, con il Messaggio n. 771 pubblicato il 20 febbraio 2018, ricorda che lo sgravio spettante alle imprese che esercitano la pesca costiera e nelle acque interne e lagunari, per l’anno 2018, è stato fissato nella misura del 45,07% dall’articolo 1, comma 693 della Legge n. 205/2017.L’Istituto precisa che le imprese interessate, con riferimento alle operazioni di conguaglio, continueranno ad utilizzare le modalità di compilazione del flusso Uniemens già in uso, valorizzando con il codice ‘R830’ l’elemento “CausaleACredito” di “AltreACredito” di “DatiRetributivi”.

21/2/2018 – Legge 104: il part-time non taglia i permessi

SeacInfo Amministrazione del personale
Legge 104: il part-time non taglia i permessi
Con la Sentenza n. 4069 del 20 febbraio 2018, la Corte di Cassazione, bocciando il ricorso dell’INPS, ha stabilito che il lavoratore part-time ha diritto a tre giorni di permesso mensile per l’assistenza a familiari con grave handicap (Legge n. 104/1992).La prestazione ridotta dal tempo parziale non può comprimere i diritti del dipendente che non hanno natura patrimoniale: i permessi per assistenza a familiari disabili, nel silenzio dell’art. 4 del D.Lgs 61/2000 (Testo unico sul part-time) vanno fatti rientrare nell’ambito dei diritti non riproporzionabili.

20/2/2018 – Terreno agricolo: il regime agevolativo viene meno se vi è un’effettiva utilizzazione edificatoria

SeacInfo Fiscale
Terreno agricolo: il regime agevolativo viene meno se vi è un’effettiva utilizzazione edificatoria
Con Ordinanza 6 dicembre 2017, n. 29192, la Corte di Cassazione ha sancito il principio secondo cui un terreno ancorché qualificato come agricolo nel PRG, non è assoggettabile al regime fiscale previsto per i terreni agricoli (quindi alla relativa esenzione da ICI, IMU e TASI) se su di esso sono in corso lavori di edificazione di un fabbricato.In particolare, la Corte ha sancito che durante il periodo di effettiva utilizzazione edificatoria (per costruzione, demolizione, ricostruzione o esecuzione di lavori di recupero edilizio) il suolo interessato deve essere considerato area fabbricabile e ciò indipendentemente dal fatto che sia tale o meno in base ai vigenti strumenti urbanistici.

20/2/2018 – Credito d’imposta riqualificazione alberghi: prorogato il termine di compilazione dell’istanza

SeacInfo Fiscale
Credito d’imposta riqualificazione alberghi: prorogato il termine di compilazione dell’istanza
Il Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo (MIBACT) ha reso noto sul proprio sito internet che il nuovo termine per la compilazione dell’istanza Tax Credit relativa agli interventi di riqualificazione delle strutture alberghiere (art. 10, D.L. n. 83/2014) è stabilito al 22 febbraio 2018, alle ore 14:00 (in precedenza, 19 febbraio).Il ‘click day’ per l’invio dell’istanza è fissato dalle ore 10.00 del 26 febbraio 2018 e fino alle ore 16.00 del 27 febbraio 2018.

20/2/2018 – Risarcite a titolo di straining le azioni ostili o discriminatorie di datore e colleghi

SeacInfo Amministrazione del personale
Risarcite a titolo di straining le azioni ostili o discriminatorie di datore e colleghi
Con l’Ordinanza n. 3977 del 19 febbraio 2018 la Corte di Cassazione, respingendo il ricorso del Ministero delle finanze in relazione al caso di un’impiegata bersagliata dalle vessazioni del suo diretto superiore, ha stabilito la risarcibilità a titolo di straining delle azioni ostili o discriminatorie di datore o colleghi che danneggiano il lavoratore, anche se sporadiche e non continuative.Si legge nel provvedimento che ‘l’istituto altro non sarebbe se non una forma attenuata di mobbing nella quale non si riscontra il carattere della continuità delle azioni vessatorie’.

20/2/2018 – Videosorveglianza da giustificare: dispositivi legittimi solo dopo l’utilizzo di misure di prevenzione meno invasive

SeacInfo Amministrazione del personale
Videosorveglianza da giustificare: dispositivi legittimi solo dopo l’utilizzo di misure di prevenzione meno invasive
Con la Circolare n. 5 del 19 febbraio 2018, l’Ispettorato Nazionale del Lavoro ha fornito indicazioni sull’installazione di impianti audiovisivi e altri strumenti di controllo, ponendo l’accento sulla necessità che i limiti all’utilizzo delle strumentazioni siano correlati alle ragioni giustificatrici individuate dall’impresa. L’Ispettorato afferma che, in presenza di finalità tali da giustificare il controllo (ad esempio ragioni di sicurezza sul lavoro), l’impianto di cui si chiede l’installazione può anche inquadrare direttamente i lavoratori, senza introdurre limitazioni quali l’angolo di ripresa della telecamera o l’oscuramento del volto dell’operatore.

19/2/2018 – CIGS e procedure concorsuali: decorrenza dell’esonero dal contributo addizionale

SeacInfo Amministrazione del personale
CIGS e procedure concorsuali: decorrenza dell’esonero dal contributo addizionale
Il Ministero del Lavoro, con la Circolare n. 4 del 16 febbraio 2018, fornisce indicazioni in merito alla decorrenza dell’esonero dal versamento del contributo addizionale nei riguardi delle imprese sottoposte a procedura concorsuale con prosecuzione dell’esercizio di impresa, che si avvalgono del trattamento CIGS.Nello specifico, il Ministero precisa che il predetto esonero decorre dal giorno:di pubblicazione della sentenza dichiarativa, in caso di fallimento con esercizio provvisorio;in cui viene emesso il decreto di ammissione alla procedura concorsuale, in caso di concordato preventivo con continuità aziendale;di pubblicazione dell’accordo presso il registro delle imprese, in caso di accordo di ristrutturazione del debito;di ammissione alla procedura concorsuale, in caso di liquidazione coatta amministrativa;di dichiarazione dello stato di insolvenza, in caso di amministrazione straordinaria con autorizzazione all’esercizio d’impresa.

19/2/2018 – Chiarimenti sull’ambito soggettivo dell’imposta sostitutiva sui finanziamenti a medio lungo termine

SeacInfo Fiscale
Chiarimenti sull’ambito soggettivo dell’imposta sostitutiva sui finanziamenti a medio lungo termine
Con Risoluzione 16 febbraio 2018, n. 17, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito all’ambito soggettivo di applicazione dell’imposta sostitutiva di cui all’art. 15, D.P.R. n. 601/1973.In particolare, l’Agenzia ha chiarito che, alla luce delle modifiche normative introdotte dal D.L. n. 91/2014, l’effetto sostitutivo derivante dall’applicazione dell’imposta sui finanziamenti opera, tra l’altro, sulle cessioni di credito derivanti da finanziamenti soggetti ad imposta sostitutiva ed ai trasferimenti di garanzia posti in essere dalle banche (nonché dagli altri soggetti ‘qualificati’) a prescindere dalla natura del soggetto cessionario. L’art. 15 non prevede, infatti, quale condizione per l’applicabilità del regime sostitutivo, particolari requisiti in capo al soggetto cessionario del credito e subentrante nella relativa garanzia, di conseguenza il cessionario può essere anche una società non bancaria.